EventiIl giorno della Fòcara

4 mesi ago52911 min

È il giorno della Fòcara, simbolo di legalità, solidarietà, impegno sociale, radici e appartenenza.

Il 16 gennaio, come da tradizione, a Novoli sarà incendiato il più grande falò del Mediterraneo. Sin dal mattino i riticivili e religiosi che culmineranno nello spettacolo di accensione in programma alle ore 20.30

Ci saranno migliaia di curiosi e tutti con il naso all’insù, domani sera, pronti a sfidare il freddo e ad assistere, impazienti, allo spettacolare incendio dalla Fòcara di Novoli, l’evento più atteso dell’inverno, Appuntamento in piazza Tito Schipa alle ore 20.30 per l’accensione della grande pira, quest’anno alta quasi 25 e costruita da mani sapienti in onore di Sant’Antonio Abate, patrono del Comune nord salentino.

Una tradizione che si tramanda da generazione in generazione riscaldando menti e cuori di tantissimi devoti, ma pure di molti turisti non necessariamente legati al culto religioso ma soltanto affascinati da un qualcosa che affonda le sue radici nella notte dei tempi e che ogni anno viene perpetrato secondo un preciso rituale.

Si comincia alle 10 del 16 gennaio con la benedizione della Fòcara e l’installazione della bandiera a cura del Comitato festa e della Pro Loco, presieduti da Fernando D’Agostino. Alla cerimonia, insieme alla Commissaria Straordinaria nel Comune di Novoli, dr.ssa Paola Mauro, prenderanno parte tutte le autorità civili e religiose. Sempre in tema di riti religiosi, alle 15.30 in piazza Sant’Antonio avrà luogo la benedizione degli animali e, a seguire, alle ore 16, la solenne processione per le vie del paese. Al rientro del simulacro ligneo del Santo Patrono, il parroco don Luigi Lezzi presiederà la Messa sul sagrato della chiesa.

Alle ore 20.30, poi, il momento clou, quello più atteso e che quest’anno, nel suo rituale di accensione, vuole rilanciare inequivocabili segnali volti alla valorizzazione di una comunità che sa ritrovarsi unita intorno a valori inestimabili come la legalità, la solidarietà, l’impegno sociale, le radici, l’appartenenza. Ed a rappresentare questi “segni” saranno proprio coloro i quali sono stati scelti per dar fuoco alle micce che scateneranno colori e scintille, in una pioggia suggestiva di cenere e adrenalina.

Al fianco di Paola Mauro, infatti, ci sarà il nuovo Prefetto di Lecce, Maria Teresa Cucinotta, Adriano Nuzzo (fondatore di We Africa to red earth, associazione umanitaria impegnata al sostegno degli ultimi della terra), Francesco Rucco, valente professionista di origini novolesi, ora Sindaco di Vicenza nonché Presidente della Provincia di Vicenza, Francesco Greco e Mimino Guerrieri, rispettivamente il più giovane ed il più anziano fra i componenti il Comitato Festa di Sant’Antonio Abate.

La diretta dello spettacolo di accensione della Fòcara sarà trasmessa in contemporanea sulle reti del Gruppo Norba (Canale 10) e su TG Norba 24 (canale 180 del digitale terrestre e canale satellitare 510). Attiva anche una diretta streaming su  www.norbaonline.it

Vivace anche il cartellone musicale del 16 gennaio, a partire dalle ore 21.30, nell’area live di piazza Tito Schipa. Ritmi da ballare e tamburelli per un cast completamente salentino: Antonio Castrignanò e il suo Fomenta Project infiammeranno la piazza novolese subito dopo l’accensione della Fòcara, introdotti da Fior di VellutoBiagio Mele/Noemi Valzano Ensemble.

Raddoppiato anche il servizio ferroviario di trasporto straordinario. È garantita, infatti, la presenza di corse straordinarie di Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici srl anche per il giorno 17 gennaio. Le corse rispetteranno lo stesso orario previsto per il 16 gennaio e garantiranno il collegamento tra le stazioni di Lecce e Novoli dalle ore 18 alle ore 23.30. Ulteriori dettagli su www.fseonline.it

Il 17 gennaio, memoria liturgica di Sant’Antonio Abate, alle ore 10.30, Mons. Michele Seccia, Arcivescovo di Lecce, presiederà la solenne eucaristia sul sagrato della Chiesa, antistante piazza S. Antonio. Anche questa celebrazione sarà trasmessa in diretta TV ed in contemporanea sull’emittente televisiva Teledehon (canale 18 del digitale terrestre e canale satellitare 518 ) e in diretta streaming sul portale della Diocesi di Lecce www.portalecce.it

Significative anche le misure di sicurezza. Dal 16 al 18 gennaio, infatti, saranno installati dispositivi di sicurezza ai varchi di accesso in paese. Si tratta dei cosiddetti new jersey, le barriere antisfondamento in cemento armato che saranno costantemente presidiati da agenti di Polizia e dai volontari della Protezione Civile.

Sempre nella giornata del 17 gennaio, alle ore 15.30 ed alle ore 20.30 vi saranno due differenti e suggestivi spettacoli pirotecnici. Alle 21.30, poi, ancora musica in piazza Tito Schipa: spazio agli Aprés la Classe con il loro Circomanicomio, introdotti da TalitaKum, Taranta Migrante e Accademia Folk.

Il 18 gennaio, giornata del Ringraziamento, alle 18.30 Celebrazione Eucaristica nel Santuario, presieduta dal parroco don Luigi Lezzi e partecipata da fedeli ed autorità civili. Da non perdere poi gli appuntamenti nella locale Società Operaia, in piazza Regina Margherita, in programma dal 17 al 19 gennaio. Nei giorni 17 e 18 gennaio, a partire dalle ore 18 e fino alle ore 21, la Società Operaia ha programmato una proiezione a ciclo continuo del film-documentario “Il giorno del fuoco” di G. Capani ed ha allestito una Mostra fotografica interamente curata dal giovane novolese Antonio Zaccaria (la si potrà visitare nei saloni posti al 1°piano della Società Operaia)

Il 19 gennaio 2019, poi, nello spazio antistante i locali della stessa associazione, avrà luogo una Miscellanea di canti e danze della tradizione popolare salentina, a cura del Centro di Cultura Popolare Salentina di Melpignano, con Salvatore Gervasi e Mariella Salierno.

Sempre dal 16 al 18 gennaio, infine, appuntamento con la “Fiera del Fuoco” allestita presso lo Spazio Tenda in via Salice a cura dell’Associazione Culturale “Nereidi” di Lecce.  All’interno, enogastronomia, artigianato, vintage. L’allestimento del verde sarà curato dai vivai dell’azienda Vivai Mello Alessandro. Un’occasione per valorizzare le tipicità salentine. Gli orari della rassegna saranno 10.00-13.00 / 16.00-22.00.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

I GIORNI DEL FUOCO 2019 © All Rights Reserved